Un libro che mi è piaciuto dalla prima all’ultima pagina e mai mi ha deluso

di Daria Manetta da  books.unpopolaropinions 

“Era tutta per lui, chiuso tra le tavole di legno. Non aveva niente per me, che sopravvivevo”


In dialetto abbruzzese, arminuta significa “la ritornata“. Infatti la protagonista de L’arminuta di Donatella di Pietrantonio (della quale non ci è noto il nome) dopo aver vissuto in città fino alla seconda media con i suoi zii paterni e provvista di tutto ciò che le poteva servire, torna in paese dalla sua famiglia d’origine (il motivo del suo ritorno si scoprirà andando avanti nella narrazione). In paese tutto cambia e, dopo qualche attimo di sconforto, impara ad apprezzare la semplicità e stringe un legame fortissimo con sua sorella Adriana.
Banalmente dico che L’arminuta è un romanzo bellissimo. Il modo un cui scrive la Di Pietrantonio è affascinante perché pur essendo oggettivamente facile riesce comunque a donare un qualcosa in più al lettore. A tratti la narrazione è triste, a tratti commovente, ma anche romantica e allegra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...