Excursus scuola

Alla vigilia dell’impegno nei laboratori scolastici di quest’anno (3-17 febbraio 2020) ci fa piacere ripercorrere le tappe delle nostre collaborazioni entro i progetti scolastici a partire dal 2017 con la pubblicazione del primo dei tre numeri del giornale Zer0Magazine.

2017. Si è trattato, come per i numeri successivi, dell’elaborazione di una pubblicazione aperiodica edita sia in versione cartacea che digitale. Per la redazione del magazine sono stati coinvolti gli studenti della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo G. Falcone e P. Borsellino di Morlupo e gli utenti DSM della ASL ROMA4. Il progetto ha avuto inizio con sei laboratori incentrati sulla composizione dei testi e sugli aspetti redazionali che una pubblicazione di questo tipo implica. Di particolare rilievo l’articolo di Paola Del Zoppo Le parole con gli altri dentro.

2018. A partire dal mese di ottobre 2017 abbiamo lavorato alla produzione di un giornale aperiodico che si prefiggesse, come primo scopo, quello di operare una comunicazione corretta cioè protetta da qualsiasi tipo di contraffazione ideologica, culturale, politica, sessista, discriminatoria. Abbiamo inteso con ciò che giovanissimi e meno giovani potessero comunicare liberamente, ognuno con l’attenzione dell’altro, i propri contenuti. Questa ci è sembrata la strada migliore per tornare a fare rete in modo sano, immaginando che parlare di contenuti in questa ottica, potesse rappresentare la prima garanzia da offrire a lettrici e lettori. Questo a nostro avviso è valso la produzione di pagine che nel nostro piccolo hanno davvero mostrato l’importanza di tutelare i contenuti reali, la loro originalità e l’opportunità che questo genere di lavoro offre in termini di qualità sia a chi lo produce che a chi ne fruisce. Questa edizione di Zer0Magazine si è avvalsa della collaborazione dell’associazione Laputa, di Paola Del Zoppo, Anna Maria Curci, Marta Paniccia, Sara Agostini, Emanuela Salati, Giovanni Duminuco.

2019. La sobrietà della copertina e dell’interno del giornale di quest’anno sta a indicare un’attenzione posta quasi esclusivamente ai contenuti piuttosto che alle immagini. Questa scelta vuole sottolineare un orientamento volto a divincolarsi dalle pratiche di promozione dell’immagine personale a scapito dei contenuti. Seguendo questa linea editoriale il cartaceo di Zer0magazine 2019 presenta notevolmente ampliato e arricchito nei contenuti e nei temi.

Viviana Scarinci racconta il percorso compiuto dall’idea originaria di creare un fondo librario a Morlupo fino al progetto di un giornale scritto essenzialmente dai giovani cittadini.

Anna Maria Curci spiega perché la poesia dialettale contemporanea possa resistere attivamente e socialmente all’esclusione, alla messa nell’angolo da parte di tutto quanto è monocorde, monolingue e culturalmente monotono.

Paola Del Zoppo parlando di plurilinguismo racconta come la lingua madre, non definisca solo la lingua del Paese in cui si nasce ma definisca soprattutto l’idea che si tratti di una lingua trasmessa da chi ci apre alla vita.

Marta Paniccia nella descrizione e trascrizione fedelissima di tutte le voci e le scritture che si sono intrecciate nei laboratori Zer0Magazine di quest’anno, ci offre uno spaccato inestimabile di tutta la ricchezza umana e le potenzialità di cui sono portatori i più giovani.

Nella sezione psicologia, Concetta Rotondo, Chiara Annecchini e Marta Paniccia analizzano come la comunicazione interpersonale reale, diretta e consapevole possa tornare ad essere uno strumento di grande efficacia in ambito scolastico, di gestione dei gruppi e all’interno di relazioni familiari e affettive.

Ilaria Troncacci sfata molti luoghi comuni relativi al fumetto e descrivendo la giornata del 2 marzo, organizzata da LAPUTA in collaborazione con il fondo librario, cura un interessante resoconto del dialogo avvenuto in quell’occasione con due big del fumetto: Luigi Bigio Cecchi e Fran De Martino.

Nella sezione territorio Florinda Montozzi e Anna Maria De Santis raccontano, l’una le sue origini e le opportunità che queste le hanno offerto, l’altra il percorso di consapevolezza cui si può accedere attraverso relazioni positive condotte con sé stessi e con gli altri.

Qualche dato sull’edizione 2019

  • 5 sezioni tematiche: fondo librario, scuola, psicologia, fumetto, territorio
  • 56 pagine a colori
  • 17 articoli
  • Circa 50 autori di cui poco meno di 40 sono studentesse e studenti dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Morlupo che hanno collaborato inviando attraverso genitori e docenti poesie, racconti, articoli e rielaborazioni letterarie
  • Oltre 30 sponsor

Galleria Zer0Magazine 2017-2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...